Categorie
Mini Guide

Consiglio: Never Call Someone Smart

Consiglio del giorno che ti pu òessere utile:

Mini guida: non chiamare mai nessuno in gamba: c'è una maledizione nascosta sull'etichetta. Un mio professore di informatica ha condiviso un aneddoto per cercare di incoraggiare la classe a porre più domande. Come studente universitario, ha seguito un corso tenuto da uno dei suoi eroi intellettuali. Il primo giorno di lezione, ha chiesto qualcosa che il suo eroe ha definito una “grande domanda”. Il professore ha spiegato che non ha mai fatto un'altra domanda per il resto del semestre. Era terrorizzata di non essere all'altezza degli standard che si era prefissata.

Credo che una versione di posta molto più alta di questo si svolga nella vita di coloro che sono chiamati intelligenti nel loro luogo di lavoro o di apprendimento. Gran parte di ciò che rende le persone intelligenti timorose di correre dei rischi è proprio la paura di invalidare l'etichetta “intelligente”. Possono cadere in una trappola di prendersi più cura dell'essere visti come intelligenti di quasi ogni altra cosa. Questa è l'essenza della maledizione intelligente;smart è un aggettivo abbastanza potente da servire da base per un'intera identità: collegare i suoi servitori alle istituzioni collaudate e vere che rafforzano la “smartness”.

Questo è sia ironico che sfortunato in quanto sono proprio le persone più capaci di assorbire eventuali shock negativi dall'assunzione di rischi. Naturalmente ci sono molti esempi di innovatori che assumono rischi dalle università d'élite, ma il loro numero è molto più piccolo di quanto dovrebbe essere.

È anche importante riconoscere che chiamare “intelligente” qualsiasi corpo ma soprattutto un giovane produce un carico emotivo potenzialmente tossico in quanto li carica implicitamente delle aspettative di un'intera società per il futuro.

La rapida ricerca del progresso da parte della società è un motore che necessita di un continuo rifornimento di carburante e un flusso costante di giovani intelligenti con curriculum vuoto è la risorsa rinnovabile definitiva. Un curriculum vuoto è come un combustibile denso di energia;ogni parola estrae energia fino a riempire la pagina, lasciando la sua energia potenziale esaurita. Una volta che le parole reali iniziano a riempire la pagina, i vincoli della vita umana si realizzano e la promessa lascia il posto all'invariabile mediocrità del lavoro di un individuo. Una volta completato, il motore della speranza della società esplode e deve ricorrere alla generazione successiva per riempire il serbatoio.

(il post originale è su un sito diverso ).